Preventivo notaio: quanto incide l’atto di mutuo

Consulenza notarile per atto di mutuo: a quanto ammonta il preventivo del notaio?

Di fronte all’acquisto della prima casa, molti richiedono, per scelta o per necessità, un mutuo alla banca per far fronte alla grande spesa. L’accensione di un mutuo comporta intuitivamente delle spese aggiuntive rispetto alla semplice compravendita che vanno calcolate nel preventivo del notaio e che permettono però anche a chi non ha grossa liquidità di fare un investimento immobiliare.

Fra i costi aggiuntivi troviamo ad esempio le spese d’istruttoria (ovvero quelle relative alla valutazione di domanda di mutuo da parte della banca); le spese per le certificazioni necessarie; i premi di assicurazione; le spese di gestione; il pagamento di un perito e anche ulteriori le spese notarili.

Normalmente la parcella di un notaio per un atto di compravendita ha un determinato prezzo, tuttavia nel momento in l’acquisto immobiliare è subordinato all’accensione di un mutuo, occorre necessariamente far redigere e registrare un secondo atto notarile, l’atto di mutuo appunto, con ulteriori spese. Gli onorari notarili per questo tipo di operazione sono direttamente proporzionali all’ipoteca che verrà iscritta a garanzia del mutuo, tendenzialmente pari al doppio del mutuo richiesto.

Preventivo notaio, l’atto di mutuo

Oltre all’onorario del notaio nel preventivo, come nel caso dell’atto di compravendita, saranno incluse le imposte da versare allo Stato, per le quali il notaio a cui ci rivolgiamo farà solo da intermediario con lo Stato; queste somme però non verranno in alcun modo, neppure parzialmente, destinate all’onorario del notaio, in quanto sono imposte dovute per legge. E’ bene essere chiari su questo punto perché la disinformazione dà spazio a luoghi comuni sulla parcella notarile, troppo spesso additata come una casta.

Le similitudini con le spese relative all’atto di compravendita riguardano anche la variabilità della percentuale richiesta dai diversi notai, quindi è sempre bene richiedere un preventivo scritto (che sono tendenzialmente offerti in forma gratuita) per capire quale è lo studio notarile che offra il miglior servizio ad un giusto prezzo.

Sia per la compravendita immobiliare che per l’atto di mutuo, il consiglio resta sempre quello di richiedere un preventivo analitico e dettagliato. Oggi, grazie ad internet, quest’operazione è veloce e senza impegno.

Leave a Reply